Proverbi salentini

ELENCO DEI PROVERBI POPOLARI SALENTINI

Qui sono raccolti solo alcuni dei tantissimi proverbi salentini, catalogati in ordine alfabetico.

Un proverbio è un detto o un motto breve, arguto ed incisivo, largamente utilizzato in un dato territorio e storicamente radicato ossia ha una lunga tradizione nel tempo; ha un contenuto didattico o comunque istruttivo, è attinente al vivere umano e si basa sull’esperienza, fa largo uso delle metafore, è utilizzato in contesti affini al dettato del proverbio, come ammonizione, rammento, istruzione. In altre parole, un proverbio è la sintesi di come il popolo vede il mondo, anzi, di come va il mondo. A volte i proverbi si contrappongono, ossia uno dice una cosa e un altro dice la cosa opposta. Questo non è un elemento di debolezza, anzi. Rafforza l’idea per cui i proverbi sono la sintesi delle contraddizioni del Mondo.

PROVERBI A-E

proverbi salentini-39

A ccì sparte la cchiù fessa parte

lett. A chi divide, la parte più misera

spieg. Dividere qualcosa con gli altri, a volte, è controproducente

proverbi salentini-53

A masciu pare ci la ciuccia è prena

lett. A maggio sembra se l’asina è incinta

spieg. V. proverbio successivo

proverbi salentini-56

Allu squagghiare te la nie essune li strunzi

lett. Allo sciogliere della neve escono gli stronzi

spieg. prima o poi si pagano le cattive azioni o ritornano i problemi rimandati

proverbi salentini-36

Ama ci ti crisce, no amare ci ti parturisce

lett. Ama chi ti cresce, non amare chi ti partorisce

spieg. si diceva un tempo ai figli abbandonati ed adottati da qualche benevola famiglia

proverbi salentini-5

Ci no thruei lu filu alla taranta no ci balla

lett. Se non trovi il filo alla taranta, poi non balla

spieg. è un proverbio che spiega il processo curativo del tarantismo. Trovare il filo significa trovare la giusta melodia per curare la donna. E’ un proverbio ormai in disuso.

proverbi salentini-19

Ci sputi an cielu an facce tua stessa te cate

lett. Se sputi in cielo, ti cade in faccia

spieg. Non giudicare mai gli altri per come sono o per quello che fanno, perché prima o poi qualcuno giudicherà te per i tuoi errori

proverbi salentini-45

Ci s’è mangiatu la pecura se vomita la lana

lett. chi ha mangiato la pecora vomita la lana

spieg. l’ingordigia non paga…

proverbi salentini-11

Ci vuè bbiti lu ‘mbriacu veru, subbra lu duce minti lu mieru

lett. se vuoi vedere il vero ubriaco, metti il vino sopra al dolce

spieg. il vero ubriaco si riconosce quando beve il vino dopo aver mangiato il dolce…

proverbi salentini-50

Chi paga avanti è mal servito

spieg. questa si spiega da sola…

proverbi salentini-38

Comu spienni mangi

lett. Come spendi mangi

spieg. Si usava dire quando qualcuno si lamentava di un acquisto fatto in economia

proverbi salentini-14

Ci lassa la strata ecchia e pija la noa, sape ccè lassa e no sape ccè troa

lett. Chi lascia la strada vecchia e prende la nuova, sa cosa lascia ma non sa cosa trova

spieg. Fare una cosa nuova, senza conoscerla bene, è sempre un azzardo

proverbi salentini-30

Ci li licca lu culu alli potenti nù po’ ‘ndurare de rose

lett. chi lecca il culo ai potenti non può odorare di rose

spieg. i ruffiani puzzano!!!

proverbi salentini-54

Ci la mamma ole biscia murire la fija, sule ti marzu si la pija

lett. Se la mamma vuol vedere morire la figlia, sole di marzo se la piglia

spieg. Mai prendere il sole a marzo, fa male alla salute

proverbi salentini-58

Ci cancia ddifrisca!

lett. chi cambia sta meglio

spieg. è sempre bene cambiare (abitudini, regole, pensieri…)

proverbi salentini-61

Ci nasce tunnu no more quadru

lett. Chi nasce tondo non muore quadrato

spieg. Le persone non cambiano…

proverbi salentini-60

Cquej l’acqua quannu chioe

lett. Raccogli l’acqua quando piove

spieg. meglio approfittare subito di una situazione. Il treno passa una volta sola…

proverbi salentini-29

De fimmina tiempu e mare nu te fidare

lett. di donne, meteo e mare non ti fidare

spieg. si capisce…

proverbi salentini-12

De la Mmaculata la prima pittulata

lett. Durante la (festa della) Immacolata, la prima pettolata

spieg. le pettole si cucinano per la prima volta in occasione della festa dell’Immacolata

proverbi salentini-33

Dillu jabbu no ci mueri ma ci ccappi

lett. Dello sberleffo non muori, ma ti può capitare

spieg. Se prendi in giro qualcuno, qualcun altro prenderà in giro te

proverbi salentini-6

E’ meju nu thristu maritu ca 100 cari frati

lett. E’ meglio un cattivo marito che 100 cari fratelli

spieg. si usava per consolare una donna che non sopportava il marito, perché, in fondo, i “cari” fratelli non sono poi meglio…

2018-12-07T20:18:42+00:00