Cunti e culacchi – Cultura orale salentina

Cultura orale salentina

Cunti e culacchi di varie zone del Salento

befana

E’ Cultura orale quel complesso di conoscenze (tecniche, saperi, musiche e canti, poesie, racconti, proverbi, ecc.) che non appartengono alla produzione culta, ma popolare, che si tramandano in forma non scritta, verticalmente da padre a figlio e orizzontalmente nel gruppo di pari.

La peculiarità della diffusione orale sta nella sua ripetitività. Ripetere più volte un concetto significa permettere di ricordarlo meglio.

Terminata la civiltà contadina è scomparsa anche la cultura orale. La scolarizzazione e l’emigrazione, poi, ne hanno accelerato la scomparsa.

Oggi è in atto un fenomeno di riscoperta delle tradizioni orali salentine, un recupero della memoria storica accompagnato da un crescente interesse verso le tradizioni locali. Alcuni aspetti della cultura orale vengono recuperati ed evoluti (come nel caso dell’Artigianato), altri recuperati solo in parte e spesso strumentalizzati (come nel caso della musica popolare), altri edulcorati e decontestualizzati (come nel caso della cucina tipica e del vivere contadino).

2018-12-07T22:35:20+00:00